GIAN PAOLO BARBIERI AT SPAZIO MONTEBELLOTRENTA MILANO

Gian Paolo Barbieri: SKIN

“Now Extended until 24 November”

OPENING EVENT:

Tuesday 10 November 2015, from 6 p.m.
(by invitation only)

EXHIBITION DATE & TIME:

10/24 November 2015
Monday – Friday 11 a.m. – 8 p.m.
Saturday 10 a.m. – 7 p.m.
(additional hours by appointment only)

LOCATION:

Spazio Montebellotrenta
Via Montebello 30, Milano

29 Arts In Progress presents “Skin”, the new work by Gian Paolo Barbieri, within a larger exhibition dedicated to the Italian master of fashion photography.

The selection of the photographs in exhibition is mainly devoted to the new work of the artist, together with the iconic fashion shots that span over forty years of photography in which the theatricality of his sets has made Barbieri one of the favourite interpreters of Made in Italy: a celebration of elegance, the luxury of the human body and sensuality.
Skin, his new work, is more introspective, almost metaphysical visions of memories, visitations, dedications, cultural experiences of which Barbieri has been a scholar and an interpreter for all his life. It is as if now he wanted to give to his beloved instrument, the camera, the opportunity to reinvent images that he has already acquired over his life, images that left a mark in the long road that he has been following for years. Hence, these are no longer snapshots of sensuality; rather, they are descriptions of situations, moments, events stuck in his mind, memories of sensations he had in museums, experiences from night-time readings.
Skin is pure poetry, concealed in his mind for a long time.
Images, which though shaped to the smallest detail, never lose the existence in the instant, breathe their current times and feel the pulse of life under their ‘skin’.
This is the touch of the master. Making the watcher recall feelings, as in a deja vu, dragging him into the world of his imagination, making him lose his way in a maze of double experiences, where the creator’s one and the watcher’s one blend together and give birth to emotions, as in a silent theatre, where the image is enough to express much more than a text read aloud.
Barbieri’s touch and what ruled the Hellenic ancient times for years: beauty.
In this way, the Narcissus becomes an important witness: like him, Barbieri also looks at himself in the mirror of water, and prefers to kill himself with his own beloved beauty, rather than betray his ideals.

The exhibition will be held at the recently renovated Spazio Montebellotrenta in Milan, with the presentation of the new book release, “Skin”, published by Silvana Editoriale.

 

29 Arts In Progress presenta “Skin”, il nuovissimo ciclo di lavori di Gian Paolo Barbieri, nell’ambito di una più ampia mostra dedicata al maestro della fotografia di moda.

La selezione delle opere fotografiche esposte sarà principalmente consacrata ai nuovissimi lavori di Barbieri, oltre agli storici scatti dedicati alla moda e ai suoi protagonisti che abbracciano oltre quaranta anni di fotografia nei quali la teatralità dei suoi set ha fatto di Barbieri uno degli interpreti prediletti del Made in Italy: un inno all’eleganza, alla maestosità del corpo umano e alla sensualità.
Il suo nuovo lavoro, Skin, è più introspettivo, visioni quasi metafisiche di ricordi, di visitazioni, di dediche, di esperienze culturali di cui Barbieri, per tutta la vita, è stato allievo e interprete.
E’ come se adesso volesse regalare lui al suo strumento amato – la camera fotografica – la possibilità di reinventare immagini già acquisite durante la sua vita, immagini che hanno segnato il lungo sentiero che da anni sta seguendo.
Non più dunque istantanee di sensualità, ma descrizione di situazioni, momenti, eventi fermati nella mente, ricordi di impressioni avute nei musei, esperienze da letture notturne.
Skin è poesia pura, celata per tanto tempo nella sua mente.
Immagini, che per quanto costruite al minimo particolare, non perdono mai l’essenza dell’istante, respirano la loro attualità e sentono la pulsazione della vita sotto la loro “pelle”.
Questo è il tocco del maestro. Far rievocare allo spettatore sensazioni, come “déjà vu”, attirarlo nel mondo del suo immaginario, farlo perdere in un labirinto di doppie esperienze, dove quella del creatore e quella dello spettatore si mescolano, e originano emozioni, come in un teatro silenzioso, quando l’immagine basta e riesce ad esprimere molto di più che di un testo declamato.
Il tocco di Barbieri è quello che l’antichità ellenica ha per anni fatto legge: la bellezza.
Così diventa testimone importante la foto del Narciso, anche Barbieri si guarda nello specchio d’acqua, preferendo suicidarsi dentro la sua stessa amata bellezza che tradire i suoi ideali.

La mostra si terrà presso il nuovo Spazio Montebellotrenta a Milano dove sarà anche presentato il nuovo libro in uscita, “Skin”, edito da Silvana Editoriale.

Lo Spazio fa parte di un elegante palazzo dei primi del ‘900 situato nel quartiere di Brera.
Il progetto di ristrutturazione è opera dello studio 8&A architetti, fondato da Anna Barile e Antonio Ottoboni – www.8ea.it