FIORI DI GIAN PAOLO BARBIERI

EXHIBITION DATE & TIME:

February 24 – March 24, 2016

LOCATION:

Miroglio Piazza della Scala
Via Verdi 2 (angolo Via Manzoni)
Milano

A flower can convey a myriad of things. It can be used to tell somebody you love them, say thank you or simply delight others or yourself. Grasping its complex aesthetics however is a different matter.
The photographer Gian Paolo Barbieri is well-known for his theatrical portraits of film stars, supermodels and other personalities as well as his many surveys documenting tropical places including their naturalistic environment.
These extraordinary photographs were only shown on occasion, but have always fascinated Barbieri, and thanks to Elena Mirò will be exhibited at Miroglio Piazza della Scala’s concept store.

Un fiore può racchiudere innumerevoli significati; con un fiore potete dire a una persona che la amate, ringraziare di qualcosa o, più semplicemente, regalare piacere, a voi stessi o ad altri. Comprenderne il complesso lato estetico, però, è una cosa ben diversa.
Il fotografo Gian Paolo Barbieri è famoso per i suoi ritratti di star del cinema, top model e altre personalità, cui affianca un gran numero di servizi sulle regioni tropicali del pianeta e il loro ambiente naturale.
Queste immagini straordinarie, raramente messe in mostra, hanno sempre affascinato Barbieri, e grazie a Elena Mirò verranno esposte presso il concept store ‘Miroglio Piazza della Scala’.

Con analoga eccellenza, Gian Paolo Barbieri è fotografo di moda, così come fotografo etnico per il suo amore per la Storia dell’Uomo e incanto per luoghi e riti che affondano le proprie radici indietro nel Tempo.
Senza alcuna soluzione di continuità, con tutta la sua fotografia, Gian Paolo Barbieri affascina, sconcerta, tocca il cuore e la mente di chi guarda. Ed è anche questa la funzione della fotografia e, più in esteso, dell’arte. Usa la luce con maestria (la fotografia è luce), alternando il vigore alla pienezza soggettiva e drammatica, compone i soggetti con gusto e garbo esibendo la loro profondità ed intensità. Le fotografie di Gian Paolo Barbieri vibrano come l’animo umano.
Offrono e propongono una terribile nitidezza, esprimono forza.
E questi, andando qui ad osservare e presentare altri inediti di Gian Paolo Barbieri, sono giusto i valori espliciti ed impliciti delle fotografie di fiori.
Le sue conoscenze ed esperienze emergono in fotografie che consentono anche a noi osservatori di avvicinare la materia rappresentata – i fiori, in questo caso – in modo che anche noi possiamo presto comprendere grado a grado i fenomeni, le proprietà e le leggi della natura, come pure i nostri rapporti con la natura e la realtà: così come Gian Paolo Barbieri li ha già intuiti e sintetizzati. Per una inesplorabile serie di ragioni e stimoli visivi, i fiori sono uno dei soggetti ricorrenti della fotografia: molti autori infatti si sono cimentati in questo tipo di fotografia.
Gian Paolo Barbieri ha aggiunto un’altra interpretazione ad un tema tanto frequentato per la stessa sensatezza che spinge ciascuno di noi ad esprimere se stesso nel tempo/spazio nel quale intende comunicare emozioni e sensazioni.
Nelle implicite e mute dichiarazioni che ognuno può individuare e leggere in questa serie e quantità/qualità di straordinarie interpretazioni traspare un dato significativo, che colloca ogni singolo fiore e il loro stesso insieme ad un livello espressivo di grande spessore: composizioni articolate, inquadrature con sapiente combinazione luminosa, visioni apparentemente semplici insieme a accostamenti volontariamente scanditi, approcci e svolgimenti cinetici.
Nei confronti delle fotografie di fiori di Barbieri la riflessione è più che necessaria, obbligatoria addirittura.
Oltre che confortevolmente benefica.