‘IL CORPO DELLA VOCE. CARMELO BENE, CATHY BERBERIAN, DEMETRIO STRATOS ’ on show at Palazzo delle Esposizioni in Rome, 9th April– 30th June 2019.

‘IL CORPO DELLA VOCE. CARMELO BENE, CATHY BERBERIAN, DEMETRIO STRATOS ’ on show at Palazzo delle Esposizioni in Rome, 9th April– 30th June 2019.

This project aims to provide an overview of the artistic events that broke the bonds between the meaning of a word and its sound dimension by showcasing a selection of works by three outstanding figures from the second half of the century: Cathy Berberian (1925-1983), an American mezzo-soprano singer of Armenian origin; the actor and director Carmelo Bene (1937–2002) and the Greek-Italian lyricist, singer and musician Demetrio Stratos (1945-1979).
The exhibition will present a selection of Silvia Lelli and Roberto Masotti ’s photographs that celebrate the Greek-born musician and singer Demetrio Stratos.

Address:
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale 194, Roma

Opening hours:
Sunday, Tuesday, Wednesday and Thursday from 10 am to 8 pm
Friday and Saturday from 10 am to 10.30 pm

 

Lelli e Masotti. Biography
Internationally recognized photographers of theatre and the arts, Silvia Lelli and Roberto Masotti joined forces to form Lelli e Masotti when they began collaborating with Teatro alla Scala in 1979. Both born in Ravenna, they completed their studies in Florence and moved to Milan in 1974. Since then, in their work they have explored the performing arts and in particular music, producing photographs presented in exhibitions, installations and publications. Their subjects include such renowned artists as Keith Jarrett, Miles Davis, Demetrio Stratos, Frank Zappa, Jan Garbarek, Franco Battiato, Arvo Pärt, John Cage, Pina Bausch, Tadeusz Kantor, Pier’Alli, Merce Cunningham, Claudio Abbado, Leonard Bernstein, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Sylvano Bussotti, Maurizio Pollini, Kim Kashkashian, Placido Domingo, Carla Fracci, Karlheinz Stockhausen and Luciana Savignano, to name just a few.
Lelli e Masotti have developed an aptitude for the stage and have used video as a means of multidisciplinary expression on several occasions with works devoted to nature, the landscape and theaters of Italy, orchestra conductors, John Cage and the piano. Their vast archive is an inexhaustible source of images for the publishing and recording industries. Different works by them are featured in public and private collections. Collaborations with: Orchestra Filarmonica della Scala since its formation in 1982, Festival del Quartetto and Premio Borciani in Reggio Emilia, Festival MITO/Milan, Rome’s Teatro dell’Opera, Ravenna Festival, Orchestra Giovanile Luigi Cherubini and the Salzburg Festival.
In recent years they have participated in several international exhibitions including: The Artist’s Eye at the Lewis Glucksman Gallery in Cork, Ireland; Think of your ears as eyes at Ara Art Center in Seoul, Korea; ECM, a Cultural Archaeology at the Haus der Kunst in Munich, Germany; Venice’s Biennale Internazionale d’Arte; The Freedom Principle: Experiments in Art and Music, 1965 to Now at the MCA Chicago; Claudio Abbado, fare musica insieme, Teatro dell’Opera, Florence; and Luce, scienza-cinema-arte in Parma. Also noteworthy are the shows La vertigine del teatro and Musiche promoted respectively by the Italian Cultural Centers in Paris and Madrid, and their Lectio magistralis held at Milan’s Triennale.

 

 

‘IL CORPO DELLA VOCE. CARMELO BENE, CATHY BERBERIAN, DEMETRIO STRATOS ’ in mostra a Palazzo delle Esposizioni di Roma dal 9 aprile al 30n giugno 2019.

Dal 9 aprile al 30 giugno 2019 Palazzo delle Esposizioni di Roma ospiterà la mostra ‘Il corpo della voce. Carmelo Bene, Cathy Berberian, Demetrio Stratos’, dedicata alla voce intesa come pura potenzialità sonora.
Il progetto espositivo intende ripercorrere quegli avvenimenti che, sullascia delle avanguardie artistiche del Novecento, hanno infranto il legame indissolubile tra il significato della parola e la sua dimensione sonora, attraverso la scelta di alcune opere di tre straordinari protagonisti: la cantante mezzosoprano americana di origine armena Cathy Berberian (1925-1983), l’attore e regista Carmelo Bene (1937–2002) e il musicista cantante di origine greche Demetrio Stratos (1945-1979).
La rassegna presenterà una selezione di fotografie di Silvia Lelli e Roberto Masotti che omaggiano il musicista e cantante di origine greche Demetrio Stratos, realizzate tra il 1977 e il 1978.

Indirizzo:
Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale 194, Roma

Giorni e orari di apertura:
domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 20.00.
Venerdì e sabato dalle ore 10.00 alle ore 22.30.

 

Lelli e Masotti. Biografia
Lelli e Masotti, sigla creata in occasione della collaborazione con il Teatro alla Scala a partire dal 1979, riunisce due fotografi d’arte e spettacolo internazionalmente riconosciuti: Silvia Lelli e Roberto Masotti. Nati a Ravenna hanno entrambi terminato gli studi a Firenze. Si sono trasferiti a Milano nel 1974. Da allora operano esplorando le performing arts e le musiche soprattutto, producendo fotografie e organizzandole in esposizioni, installazioni e pubblicazioni. Si sono dedicati via via ad artisti come: Keith Jarrett, Miles Davis, Demetrio Stratos, Frank Zappa, Jan Garbarek, Franco Battiato, Arvo Pärt, John Cage, Pina Bausch, Tadeusz Kantor, Pier’Alli, Merce Cunningham, Claudio Abbado, Leonard Bernstein, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Sylvano Bussotti, Maurizio Pollini, Kim Kashkashian, Placido Domingo, Carla Fracci, Karlheinz Stockhausen, Luciana Savignano, per nominarne solo alcuni.
Hanno sviluppato un’attitudine per la scena e lì si sono espressi in più occasioni anche tramite il video verso il multidisciplinare. Hanno inoltre dedicato lavori alla natura, al paesaggio e ai teatri in Italia, ai direttori d’orchestra, a John Cage, al pianoforte. Il loro vasto archivio è fonte inesauribile per l’editoria e la produzione discografica.  Loro opere sono presenti in collezioni pubbliche e private. Collaborazioni con: Orchestra Filarmonica della Scala, dalla fondazione nel 1982, Festival del Quartetto e Premio Borciani di Reggio Emilia, Festival MITO/Milano, Teatro dell’Opera di Roma, Ravenna Festival, Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, Festival di Salisburgo.
Hanno partecipato ad alcune mostre internazionali in anni recenti come; The Artist’s Eye a Cork, Lewis Glucksman Gallery, Irlanda, Think of your ears as eyes  al Ara Art Center di Seoul, Korea, ECM, a Cultural Archaeology alla Haus der Kunst in Munchen, Germany, la Biennale Internazionale d’Arte a Venezia, The Freedom Principle: Experiments in Art and Music, 1965 to Now al MCA a Chicago, Claudio Abbado, fare musica insieme, Firenze, Teatro dell’Opera, Luce, scienza-cinema-arte a Parma, Gianni Sassi, uno di noi, Fondazione Mudima, Milano. Da ricordare anche le mostre La Vertigine del Teatro e Musiche promosse rispettivamente dagli Istituti Italiani di Cultura di Parigi e Madrid e la Lectio Magistralis tenuta alla Triennale di Milano.